"Nuvole e storie. Il meglio dell'isola a fumetti" a cura di Hybris - Tiligu, 2010.

Nuvole e Storie, a cura di Miele Amaro il Circolo dei Lettori e Hybris Centro internazionale del Fumetto raccoglie i lavori di Francesco La Cerva, Mammalapis (Albert Vezzoni), Giovannella Monaco, Davide Monti, Corrado Murru, Mattia Pirrone, Simone Sanna, Debora Scarico, Shahab Shamshiraz, Marcella Tagliasacchi.

Leggi tutto: Nuvole e storie. Il meglio dell’isola a fumetti

"Blanca" di Jiro Taniguchi - Panini Comics, 2011.

A volte gli animali riescono a stupirci per la loro intelligenza e sensibilità. In particolare i cani, che non è un caso che da millenni siano ormai stabilmente i migliori amici dell'uomo.

Leggi tutto: Blanca

"Cesare. Il creatore che ha distrutto" di Fuyumi Soryo - Kappa, 2007.

Molti di voi conoscono il nome di Cesare, l'eroe che più di duemila anni fa pose le basi dell'antico impero romano. Ma non tutti sanno che nella storia è esistito anche l'altro Cesare. Nato 1500 anni dopo l'antico impero romano, quest'uomo, chiamato Cesare in italiano e Caesar in latino, nutrì le stesse ambizioni dell'antico eroe: unificare l'europa intera. Questa è la storia di Cesare Borgia, che lottò per riportare la pace e la gloria dell'antico inpero in una Italia divisa.

"Pluto 002" di Naoki Urasawa, Osamu Tezuka - Panini Comics, 2010.

Dopo "Monster", dopo "20th Century Boys", Planet Manga è lieta di annunciare l'arrivo dell'ultimo lavoro di Naoki Urasawa, uno dei mangaka più famosi e apprezzati di oggi. "Pluto" si ispira al personaggio omonimo creato dal grande Osamu Tezuka nella serie "Tetsuwan Atom", conosciuta in Italia come "Astro Boy". Tutto inizia con la misteriosa morte di Mont Blanc, uno dei robot più potenti della Terra, amato da tutti. A indagare su questo caso, e sulla morte di molti altri robot c'è il detective Gesicht. Vincitore nel 2005 del prestigioso “Osamu Tezuka Cultural Award”, e dell'“Excellence Prize” nella divisione manga del Japanese Media Arts Festival, elogiato e apprezzato da tutti, Pluto è già un capolavoro. Ecco come un genio rilegge l'opera di un altro genio.

"Un cielo radioso" di Jiro Taniguchi - Coconino Press, 2008.

Una notte d'estate, ha luogo un terribile incidente tra un motorino e un furgoncino nella periferia di Tokyo. Dieci giorni dopo, il conducente del furgoncino muore senza aver ripreso conoscenza.

Leggi tutto: Un cielo radioso

"Bone. I cerchi spettrali" di Jeff Smith - Panini Comics, 2010.

I cugini Bone, nonna Ben, Thorn e il loro fedele cucciolo di rattodonte intraprendono un avventuroso viaggio attraverso i misteriosi cerchi spettrali fino ad Atheia, l'antica dimora della famiglia reale. Un passo falso e il destino della valle potrebbe cambiare per sempre...

"Al tempo di papà" di Jiro Taniguchi - Planetmanga, 2010.

Il ritorno al paese natio. L'occasione per un viaggio nel ricordo, nel racconto, lungo i binari che collegano il presente al passato. Ripercorrendo le strade della mente, il cuore si perde nelle emozioni del rapporto fra padre e figlio, nei molti silenzi, nelle molte incomprensioni. Tornare a Tottori significa per Yoichi confrontarsi forse per la prima volta con suo padre: un padre che il suo sguardo di bambino non aveva mai realmente colto.

"Uno zoo d'inverno" di Jiro Taniguchi - Rizzoli Lizard, 2010.

Kyôto, 1966. Hamaguchi, impiegato di un'azienda tessile, si sente diverso da tutti gli altri ragazzi: basti pensare che al circolo sportivo, meta prediletta dei suoi coetanei, il ragazzo preferisce lo zoo, dove passa buona parte del proprio tempo a ritrarre dal vivo gli animali. Ma la sua passione per il disegno è talmente forte da sopportare appena i ristretti confini della vita di provincia, e presto Hamaguchi deciderà di partire per Tokio, dove finirà per imbattersi in una comunità di professionisti un po' particolare: quella degli autori di fumetto, i mangaka.

"L'olmo" di Jiro Taniguchi - Planet Manga, 2010.

Un popolo paziente, rispettoso, pacifico. Una nazione efficiente, produttiva, ricca. Una società caratterizzata da schemi gerarchici e tabù, da un'etica rigorosa che può rendere sconveniente vivere le proprie emozioni. Jiro Taniguchi disegna otto racconti di Ryuichiro Utsumi mostrando luci e ombre della quotidianità giapponese.