"Arabia Felix" di Thorkild Hansen - Iperborea, 1992.

Tirando fuori dal dimenticatoio lettere, diari inediti, erbari polverizzati, questa volta Hansen, noto giornalista e abile ricostruttore di puzzles storico-archeologici, ci consegna, ben impacchettata ma piena di sorprese, una vera, affascinante spedizione geografica settecentesca.

Leggi tutto: Arabia Felix

"I ricordi mi guardano" di Tomas Tranströmer - Iperborea, 2011 (traduzione dallo svedese di Enrico Tiozzo).

Unica opera narrativa del più grande poeta svedese vivente, in questo libro Tranströmer apre il suo scrigno dei ricordi per raccontare con grazia d’ispirazione e con la leggera spontaneità di una confessione intima le esperienze dell’infanzia che hanno un posto speciale nella sua memoria, nella sua formazione di uomo e di poeta.

Leggi tutto: I ricordi mi guardano

"Le navi degli schiavi" di Thorkild Hansen - Iperborea, 2009.

“L’oceano Atlantico. Un’area di ottanta milioni di chilometri quadrati. Un’immensa distesa d’acqua che le navi negriere attraversavano “con la stiva colma di merce facilmente deperibile, il cui valore sul mercato diminuiva di giorno in giorno”.

Leggi tutto: Le navi degli schiavi

"Ararat" di Frank Westerman - Iperborea, 2010.

Ararat, la montagna dove si arenò l’Arca di Noè dopo il Diluvio Universale, la vetta innevata di oltre cinquemila metri che angeli con spade di fuoco rendono inaccessibile al piede umano, il luogo sacro di miti e leggende, ma anche il terreno di perenni conflitti religiosi e politici: al confine tra Turchia e Armenia, fronte militarizzato tra nato e Cortina di ferro, linea di demarcazione tra Islam e Cristianesimo.

Leggi tutto: Ararat

"Acquavite" di Torgny Lindgren - Iperborea, 2011.

Il pastore Olof Helmersson fa ritorno al villaggio natale nell’estremo Nord della Svezia. Ha ottantatré anni, una bicicletta pieghevole e una missione da compiere: scristianizzare tutta la regione.

Leggi tutto: Acquavite

"Nella casa del pianista" di Jan Brokken - Iperborea, 2011.

La sera del 30 gennaio 1980 Jan Brokken rimane folgorato da un concerto: tutti gli studi di Chopin interpretati da Youri Egorov, astro nascente del pianoforte. Dalle prime battute riconosce in lui il talento che ogni giorno sente esercitarsi nella casa vicina.

Leggi tutto: Nella casa del pianista

"Genius loci" di Hella S. Haasse - Iperborea, 2011.

Due racconti, due case circondate da una natura depositaria di verità sepolte, due donne giunte a un momento cruciale della loro esistenza. Se i luoghi conservano le ombre del passato e raccontano la loro storia a chi li sa ascoltare, scoprirla significa guardare dentro di sé, risvegliare angoli assopiti della propria memoria, fare breccia in territori inviolati e rivelatori dell’anima.

Leggi tutto: Genius loci

"Il messaggero" di Kader Abdolahg - Iperborea, 2010.

C’era una volta un popolo che viveva in una terra desertica intorno alla Mecca, era diviso, governato da leggi tribali e venerava idoli di pietra, cui sacrificava le sue figlie femmine.

Leggi tutto: Il messaggero

"L'allegra apocalisse" di Arto Paasilinna - Iperborea, 2010.

La Terra non ci sopporta più. E basta un’enorme sbronza collettiva a New York per i festeggiamenti del nuovo Millennio e uno sciopero dei netturbini di Manhattan a scatenare una disastrosa catastrofe ecologica. Ah, mondo infame! Sarà arrivata l’Apocalisse?

Leggi tutto: L'allegra apocalisse

"La costa degli schiavi" di Thorkild Hansen (traduzione dal danese e postfazione di Maria Valeria D'Avino) - Iperborea - 2006.

“Silenziosi sui loro piedi nudi gli schiavi attraversano duecento anni di storia danese senza lasciare altra traccia che due righe nei libri di scuola: la Danimarca fu il primo paese ad abolire il traffico degli schiavi.

Leggi tutto: La costa degli schiavi