lo smemorato di tapiola"Lo smemorato di Tapiola" di Arto Paasilinna (traduzione dal finlandese di Helinä Kangas e Antonio Maiorca) - Iperborea, 2001.

Il sole splende raggiante, una leggera brezza turbina nell’aria, dalle parti di Lestijärvi una madre di famiglia sforna brioche alla cannella; un automobilista ubriaco, nelle vicinanze di Kokkola, provoca un incidente mortale. Insomma in Finlandia è iniziata l’estate.

Leggi tutto: Lo smemorato di Tapiola

"Il migliore amico dell'orso" di Arto Paasilinna (traduzione dal finlandese e postfazione di Nicola Rainò) - Iperborea, 2008.

Il bestiario di Paasilinna si arricchisce di una nuova presenza, ben più ingombrante della graziosa lepre di Vatanen: stavolta è un orso che, regalato al pastore protestante Oskari Huuskonen e da lui allevato, ne diventa il fedele compagno di avventure, incoraggiandolo a prendere una via di fuga dalle certezze dei dogmi religiosi, dalla gravezza della vita coniugale, dall’insensatezza dell’opprimente vita di provincia.

Leggi tutto: Il migliore amico dell'orso

"L'Imperatore di Portugallia" di Selma Lagerlöf (trad. dallo svedese e introduzione di Adamaria Terziani) - Iperborea, 2009.

Dal momento in cui la piccola Klara Gulla vede la luce, il cuore del padre Jan comincia a battere e quel miracoloso battito l’accompagnerà per sempre frapponendosi fra lui e la miseria che lo circonda, cambiando la sua visione delle cose e delle persone.

Leggi tutto: L'Imperatore di Portugallia

"Jerusalem" di Selma Lagerlöf (traduzione dallo svedese di Maria Svendsen Bianchi) - Iperborea, 1997.

Alla fine dell’Ottocento, la quasi totalità del piccolo villaggio svedese di Nås si trasferisce a Gerusalemme per unirsi a una colonia fondata da una setta americana.

Leggi tutto: Jerusalem

"La saga di Gösta Berling" di Selma Lagerlöf (traduzione dallo svedese di Giuliana Pozzo) - Iperborea, 2007.

Bello, giovane e alcolizzato, il sacerdote Gösta Berling è costretto a lasciare la sua parrocchia e a vivere di elemosina finché, a un passo dal suicidio, viene salvato dalla “Signora di Ekeby” e accolto nella sua stravagante comunità: un gruppo di dodici sedicenti “cavalieri” che trascorrono la loro esistenza al podere padronale tra amori, giochi e racconti.

Leggi tutto: La saga di Gösta Berling

"Il boia" di Pär Lagerkvist (trad. dallo svedese e introduzione di Massimo Ciaravolo) - Iperborea, 1997.

“Libro di battaglia” incentrato sul problema del male, sia come forza legata alla natura dell’uomo, che come presenza co-stante nella storia.

Leggi tutto: Il boia

"Il tempo di Sua Grazia" di Eyvind Johnson (traduzione dallo svedese di Andreas Sanesi, postfazioni di Monica Setterwall Wranne e Fulvio Ferrari) - Iperborea, 1960.

 

È un mondo così vicino e così lontano dal nostro, quello dei longobardi: costumi, intrighi e passioni ci riportano a quella zona d’ombra della storia occidentale in cui lo splendore politico e intellettuale dell’antichità classica si oscura, si contamina, si trasforma in qualcosa di nuovo, dai contorni ancora incerti e mobili.

Leggi tutto: Il tempo di Sua Grazia

"Storia con cane" di Lars Gustafsson (trad. dallo svedese e introduzione di Carmen Giorgetti Cima) - Iperborea, 1995.

L’incendio di un porticciolo turistico, il suicidio del vicino e l’uccisione brutale di un cane randagio sono il punto di partenza della graduale presa di coscienza, da parte del giudice texano Erwin Caldwell, del problema del male e della sua radicata presenza nel mondo.

Leggi tutto: Storia con cane

"Il libro di Blanche e Marie" di Per Olov Enquist (traduzione dallo svedese di Katia de Marco, postfazione di Dacia Maraini) - Iperborea, 2006.

Parigi, inizi del xx secolo. Blanche Wittman, un tempo “regina delle isteriche” e paziente preferita del celebre professor Charcot della Salpêtrière, poi assistente di laboratorio di Madame Curie, ormai ridotta a un torso dalle ripetute amputazioni rese necessarie dalle lesioni causate dalla radioattività, scrive febbrilmente con l’unica mano che le resta un “Libro delle Domande”, una sorta di diario intimo sulla natura dell’amore, per scoprire, per dirla con parole sue, “la relazione tra il radio, la morte, l’arte e l’amore.”

Leggi tutto: Il libro di Blanche e Marie