Japrocksampler. Come i giapponesi del dopoguerra uscirono di testa per il rock 'n' roll

Musica
Tipo carattere

"Japrocksampler. Come i giapponesi del dopoguerra uscirono di testa per il rock 'n' roll" di Julian Cope - Arcana, 2008.

Ecco a voi "Japrocksampler" di Julian Cope, rocker e musicologo visionario, archeologo specializzato in siti megalitici primitivi ed ex leader dei Teardrop Explodes.

A causa delle barriere linguistiche, la musica giapponese del Dopoguerra è sempre stani un enigma per gli occidentali. Perciò Julian si è sentito in dovere di trovare la chiave d'accesso a una porta ingiustamente sbarrata. Questa storia racconta di come la musica occidentale giunse sulle coste giapponesi dopo la Seconda Guerra Mondiale, e del delizioso caos che scatenò. Cover strumentali dei successi degli Shadows zeppe di toni e colori musicali inauditi, la resurrezione dei cantastorie tradizionali rokyoku ispirati da Dylan e altro ancora: non esiste luogo in cui l'eterna metamorfosi del rock'n'roll sia stata più affascinante e originale che in Giappone.